Cambodian Dream #003

CAMBODIA DREAM #003 

Dopo un mese Cambogiano passato ad esplorare con il cuore in fermento la terra della mia nuova “casa asiatica", una volta atterrata a Malpensa il sogno incantato Cambogiano si e' trasformato nel peggior incubo di sempre: improvvisamente si sono aperte le porte di grotte grigie dense di paura e dolore, con cui sapevo di dover fare i conti prima di partire. 

IMG_9845.jpg

Quel vuoto abissale che sentivo dentro, quel nodo che mi chiudeva la bocca dello stomaco da anni, me lo dovevo gestire da sola:  “là fuori" nessuno poteva capire cosa si nascondeva dietro il sorriso di una ragazza terrorizzata da se stessa. 

La strategia di cui ero diventata negli anni una maestra, non mi stava portando da nessuna parte: dovevo smettere di chiedere a chiunque incontravo quello che io non ero in grado di dare a me stessa.

Ero arrivata al capolinea, stanca di cercare di controllare e manipolare. Stanca di chiedere attenzioni. Stanca di chiedere amore. Stanca di continuare a creare nella mia realtà le paure che mi spaventavano internamente.

Il solo pensiero di cambiare 'tattica" mi paralizzava, ma non avevo alternative, quella lucina sfuocata infondo alla grotta buia mi chiamava ed io erano anni che cercavo disperatamente di raggiungerla. Pregavo l'Universo ogni notte che mi mostrasse la via verso di lei.  Continuavo a ripetere gli stessi "errori" e questo mi feriva molto. Mi sentivo in gabbia, prigioniera dei miei pensieri distruttivi. 

Per più di dieci anni ho cercato di "sabotare i miei sabotatori" nascondendomi dietro uscite fino a mattina inoltrata, relazioni ossessive e comportamenti compulsivi. Più cercavo di seppellirli in questo modo e più loro urlavano. La mia parte bambina voleva attenzione ed io non volevo sentire, mi faceva troppa paura.  

Per la prima volta in Cambogia, in quella terra dal sapore così famigliare, avevo sentito la piccola Chiara distendersi e respirare e la cosa pazzesca era che i momenti in cui stava meglio erano quelli in cui era da SOLA... 

WOW.. avevo sentito quella stessa meravigliosa sensazione di distensione del corpo, della mente e dell'anima che provavo con Marco, nella sua "casa yogica”, alla fine di ogni pratica. 

Era chiaro che fosse arrivato il momento di fare il grande salto verso lo sconosciuto e lasciare andare tutte quelle "rocce sicure" a cui mi ero aggrappata avidamente: famigliari da cui dovevo prendere una sana boccata d'aria, relazioni malsane basate sul controllo, ed un posto di "lavoro sicuro" che non mi appassionava più. 

Basta. Basta. Basta.

Mi dovevo fare forza, avere fiducia in quello che avevo sentito in Cambogia e proseguire il cammino nelle grotte oscure verso la lucina sfuocata, il suo calore mi chiamava e il mio cuore era pronto per farsi riscaldare.

La piccola Chiara era pronta ad aprire la porticina del suo cuore, ed iniziare a ricevere le attenzioni che cercava.. 

10456016_10154318299905192_1465115490627536157_n.jpg

Lasciati andare, vivi! 
Fai esperienze diverse. Sogna. Rischia.
Chiudi gli occhi e salta. 

Goditi la caduta libera.
Preferisci l’euforia al comfort. 
Scegli la magia alla predicibilità.
Vai dove c’è potenziale, non sicurezza. 

Accetta la magia della quotidianità. 
Diventa il migliore amico della tuo sentire. 
Fidati del tuo intuito. 
Scopri la bellezza dell’incertezza. 
Diventa il tuo migliore amico prima di fare promesse agli altri. 
Fai mille errori, in modo da poter scegliere cosa davvero fa per te. 
Sappi quando tenere duro e quando lasciare andare. 
Ama fortemente, spesso e senza riserve. 
Ricerca la tua saggezza interiore. 
Resta aperto alle possibilità. 
Tieni sempre il cuore aperto, la testa alta e il tuo spirito libero. 
Abbraccia i momenti bui insieme ai momenti di luce. 
Concediti di sbagliare e non ti vergognare di ammetterlo. 
Presta attenzione alla bellezza dei momenti ordinari. 
Di sempre la verità su te stesso a prescindere dal costo da pagare.
Si padrone della tua realtà senza scuse. 
Guarda la bontà del mondo. 
Sii audace. 
Sii feroce.
Sii GRATO. 

Sii selvaggio, un po’ pazzo e gloriosamente libero. 
SII TE STESSO! 

instagram-04.png

"Tutti, presto o tardi, abbiamo avuto la sensazione che qualcosa ci chiamasse a percorrere una certa strada. " Il Codice dell'Anima di Hillman